DATI TECNICI

Spessore minimo applicabile
massetto ancorato 2 cm
massetto galleggiante 3 cm
massetto su radiante 3 cm

Resistenza a compressione
asciutto > 30 N/mm²

Conducibilità termica
λ 2,08 W/mK

Calpestabilità
dopo circa 24 ore

Soggetto a carichi
dopo circa 3 giorni

Peso
circa 20 kg al mq per 1 cm

Giunti di dilatazione
solo oltre 40 mq

Inizio Ciclo termico
a 21 giorni dalla posa

Prezzo massetto CLIMAPAV 2.1 Premier da 14,00 € al mq

Il Prezzo al mq del massetto climapav 2.1 Premier varia a partire da 14,00€ in assenza di radiante e da 15,00€ su riscaldamento a pavimento in funzione dello spessore e dei metri quadri da realizzare, per ricevere un prezzo adeguato alla tua situazione specifica, verifica nella pagina prezzi/massetti oppure contattaci. Servizio per imprese e privati.

PER QUESTO PRODOTTO E PER I MASSETTI TRADIZIONALI OPERIAMO SOLO IN TOSCANA E PER UN MINIMO DI 300 METRI QUADRATI


Massetti simili

Topcem pronto


Weberplan MR81 Meta

Il più economico

Massetto Tribon

 
 

CLIMAPAV 2.1

Il Massetto climapav si usa per interni ed esterni è un massetto additivato con fibre metalliche indicato per sistemi di riscaldamento a pavimento radiante e idoneo per interventi di efficientamento e riqualificazione energetica, conforme alla norma EN 13813 classificato CT-C30-F6 con una conducibilità termica certificata da laboratorio accreditato di terza parte, formulato in linea con le principali norme di posa (UNI 11493-1, UNI 11371, UNI 11322, UNI 11515-1, UNI 10966 ed altre).

Facilità applicativa e buona finitura superficiale con un'elevata conducibilità termica e a rapido asciugamento, di conseguenza si può rivestire in tempi brevi Ritiro controllato Molteplici destinazioni d’uso che agevolano l’utilizzatore finale 

IMPIEGHI

Realizzazione di sottofondi in ambienti interni ed esterni, galleggiante od ancorato, da rivestire con materiali tipo ceramica, legno, linoleum, moquette ed altro Idoneo per la realizzazione di massetti su pavimenti radianti. Idoneo per locali residenziali, uffici, locali pubblici, locali commerciali e commerciali industriali zone pedonali Massetto adatto per interventi di ristrutturazione e di nuova costruzione Consigliato per interventi di efficientamento e riqualificazione energetica

PREPARAZIONE E APPLICAZIONE

CLIMAPAV 2.1 è pronto all'uso con la semplice aggiunta del 6,5 % d’acqua e accurata miscelazione durante 3 minuti fino ad ottenere un impasto omogeneo, privo di grumi e con consistenza plastica del tipo terra umida, può essere miscelato con mescolatore planetario, betoniera, mescolatore a coclea o sistema automatico di pompaggio a pressione al piano. CLIMAPAV BASE si applica secondo le consuete modalità relative ai massetti. Stendere il prodotto impastato in modo planare costipandolo in maniera adeguata fino ad ottenere lo spessore e il livello desiderato. In seguito procedere con la staggiatura e frattazzatura, il raggiungimento delle caratteristiche prestazionali è collegato al grado di compattazione. La posizione e la ampiezza dei giunti va determinata in fase progettuale valutando le metodologie di posa del massetto, la situazione architettonica, gli elementi di discontinuità, il tipo di rivestimento, le condizioni ambientali e prestazionali d'uso. In caso di massetti in ambienti interni è consigliabile l’inserimento dei giunti in caso di cambio repentino della dimensione laterale della pavimentazione, in prossimità di soglie e disimpegni, superfici superiori a 40mq, superfici con lato di lunghezza superiore a 8m e presenza di elementi di discontinuità, in caso di massetti esterni si dovranno eseguire giunti per formare riquadri di 16mq max.

PREPARAZIONE DEL FONDO

Il sottofondo deve essere meccanicamente resistente, omogeneo, planare e pulito. Inoltre deve avere ottime caratteristiche di coesione. In caso di massetto ancorato, e per migliorare l’adesione al supporto, preparare ed applicare una boiacca di ancoraggio composta (in volume) da una parte di acqua, una di UNIGETT e due di cemento. In caso di realizzazione di massetto desolidarizzato/galleggiante stendere accuratamente una barriera impermeabile, o strato di isolamento termico o acustico. Sovrapporre e sigillare i vari fogli/strati adiacenti per almeno 15-20 cm tra di loro. Predisporre, lungo le pareti perimetrali e gli elementi in elevazione, un nastro di materiale comprimibile dello spessore di 0,5-1 cm ed alto almeno quanto la quota finita della pavimentazione. In funzione della destinazione d'uso (riscaldamento/raffrescamento), spessore, deformabilità di eventuali sottofondi isolanti e geometrie delle superfici è consigliabile valutare l'utilizzo di una rete elettrosaldata all'interno del massetto (maglia 50x50 ɸ 2mm).

 
 
 
 
LE NOSTRE ZONE OPERATIVE PER I MASSETTI AUTOLIVELLANTI
Fuori dalla Toscana in zone dove non si arriva con grandi mezzi o per piccoli cantieri realizziamo massetti autolivellanti solo con materiale a vostro carico


ZONE OPERATIVE MASSETTI AUTOLIVELLANTI IN SILO